PowerPivot, Come e quando usarlo?

geoflowNegli ultimi 3 anni si parla di questo “Magico” componente, che dovrebbe risolvere tutti i problemi dei nostri cari amici “IT” e rendere la vita più facile a tutti gli utenti.

Presente a partire da Excel 2010 come un semplice add-in, nel tempo si è evoluto e sviluppato velocemente. Basti pensare a tutti gli strumenti aggiuntivi che Microsoft ha rilasciato per migliorare Powerpivot.

Quello che però che si denota subito ad un primo impatto con questa “soluzione” è l’eterna confusione ci sia intorno a questo nuovo motore, ed è difficile anche solo capire che cosa ci serve per iniziare a lavorarci. Cerchiamo di rispondere ad un paio di semplici domande, per capire cosa ci vuole per iniziare.

Cosè Powerpivot e da cosa è Composto?

Forse la domanda più corretta è Chiedersi cos’è powerBI? dato il cambiamento di nome della suite Microsoft. A partire da pochi mesi infatti Microsoft ha realizzato una suite composta principalmente da tre componenti :

  • Power Query
  • Power Pivot
  • Power BI online

Powerpivot è un motore multidimensionale che permette ad un utente con un basso know-how di creare un modellino dati per creare dashboard e report. Il motore vive direttamente dentro l’Excel e non è utilizzabile separatamente. Si basa su una tecnologia completamente nuova e ragiona completamente in-memory. Il suo funzionamento di base è abbastanza semplice, si definisce la connessione dati, gli oggetti che si vogliono importare ed infine si creano le relazioni tra le tabelle. Le fonti dato proposte sono numerose e si va dal semplice foglio excel ad un database sql, oracle, db2. Quindi è molto flessibile da quel punto di vista.

Power query invece è un componente da poco introdotto che permette di rispondere alla principale limitazione di power Pivot, la modifica dei dati. Infatti con il motore di powerpivot non è possibile fare nessuna modifica ai dati, anche una semplice join o merge è impossibile da effettuare direttamente su powerpivot. Power query è un oggetto che vive direttamente su Excel e permette visivamente all’utente di fare una serie di modifiche, il risultato finale è una query che può essere importata dentro powerpivot ( automaticamente) o come tabella dati.

Power BI Online invece è un portale Microsoft che permette di pubblicare online i propri report. A questo punto i report possono essere visualizzati direttamente online, aggiornati automaticamente ed è possibile utilizzare il documento come fonte dati per realizzare altre tipologie di report più accattivanti.

4645-dashboard2

Cosa mi serve per lavorarci?

Prima di tutto ci serve l’excel. Vanno bene tutti? la risposta è no! Prima di tutto la versione minima è excel 2010, qualsiasi versione precedente non funziona. Scendendno nel dettaglio:

  • EXCEL 2010: è compatibile ma non c’è nessun compnente nativo, si deve scaricare da Microsoft sia powerpivot che power query (Link)
  • EXCEL 2013: è nativo solo powerpivot, per power query bisogna scaricarlo direttamente dal sito di Microsoft (link)
  • EXCEL 2016: sono presenti entrambi non c’è bisogno di scaricare nulla

A livello di licenza a partire dal 2013 è necessaria la licenza office 365 con il pacchetto office, oppure la versione di excel stand-alone professional.

Per quanto riguarda power bi online è sufficiente avere un account Microsoft ( va bene anche quello che usate per one drive) ed accedere al sito di Powerbi. Dal punto di vista della licenza invece? Abbiamo due possibilità, utilizzarlo garutitamente con una serie di limiti (1 gb massimo per i file caricati, aggiornamento dati limitato, non è possibile condividere i file) oppure una versione a pagamento ( 9,9 euro al mese per utente). Per maggiori informazioni vi consiglio di andare al seguente link.

Tutto qui quello che ci serve?

IN realtà per lavorare al meglio con power pivot e power query bisogna anche pensare alla macchina su dove lo si installa. Questo perché quasi tutte le attività di elaborazione e caricamento dei dati sono a carico del client e quindi il collo di bottiglia potrebbe proprio diventare il proprio computer.

A livello software è sufficiente avere la versione di net framework superiore alle 3.5 per quanto riguarda invece le caratteristiche fisiche è molto importante capire che cosa dobbiamo caricare e quanto pesa.

Il motore di power pivot lavora tutto in memoria, quindi ci servirà la RAM. Da questo pensiero nascono due criticità:

  • Il sistema prima di salvare il modello lo deve caricare tutto in memoria, la versione backup e la versione nuova. Power pivot è ottimizzato e riesce a compattare fino a 30 volta quanto sia lo spazio occupato su disco, ovviamente se abbiamo tabelle complesse con molte colonne e milioni di righe c’è bisogna di molta ram ( io ne ho 8GB e per ora non ho problemi)
  • Excel 32bit è limitato a 4 gb di ram, qualsiasi attività che sfora quel valore viene bloccata e quindi si consiglia di installare la versione a 64 bit.

Le misure invece calcolate nel modello vengono ogni volta realizzate in real time e consumano processore, ciò significa che più le vostre misure sono complesse più chiederanno potenza di calcolo del processore.

Per quanto riguarda lo spazio su disco, non pensate di ottenere degli Excel leggeri ma parliamo anche di raggiungere 150mb di dimensione con un file che contiene 9 milioni di righe. Attenzione soprattutto se lo si vuole portare online e condividere.

Come iniziare?

Un singolo articolo non può spiegare un mondo cosi vasto, ma vi consiglio vivamente di andare sul seguente sito :

Power pivot Tutorial : se vi interssa un tutorial su powerpivot da A alla Z ben fatto

e di seguire il seguente sito dove Microsoft sta preparando un bell”ambiente tutorial per power bi:

Poer BI Tutorial

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...